Please enable JS

Roma

  • Monumenti - Lazio

Roma, capitale della cristianità, sede del Papato, incomparabile contenitore di capolavori architettonici e artistici del mondo antico, ha conservato del suo passato ricchezze che le valgono tuttora la fama di prima città museo del mondo.

PIAZZA E BASILICA SAN PIETRO
La suggestiva piazza insieme al colonnato del Bernini fanno da cornice alla chiesa più grande della Cristianità, dominata dalla grandiosa cupola del Michelangelo. Sotto la cupola è posto l’altare papale sul quale si innalza il famoso baldacchino del Bernini. La costruzione della basilica si estende attraverso il XVI sec. ad opera di Michelangelo, Giacomo della Porta e Domenico Fontana. La sontuosità dell’interno lascia senza fiato: 45 altari, 11 cappelle, circa 10mila metri quadri di mosaici e altre numerose opere d’arte quali la Pietà di Michelangelo.
Al di sotto della chiesa di S. Pietro si trovano le tombe di numerosi papi.
Orari apertura: Basilica, 01.10/31.03 dalle 08.00 alle 18.30 - 01.04/30.09 dalle 08.00 alle 19.00
Cupola 01.10/31.03 dalle 08.00 alle 17.00 - 01.04/30.09 dalle 08.00 alle 18.00
Basilica gratuito - auricolari obbligatori    


MUSEI VATICANI E CAPPELLA SISTINA
ll nome completo dei Musei Vaticani è Musei e Gallerie Pontificie. Si tratta infatti di un complesso di musei ospitati in sale che sono dei capolavori esse stesse: la Cappella Niccolina, decorata dal Beato Angelico; le sei stanze dell'appartamento Borgia con le opere di Pinturicchio; le Stanze di Raffaello, affidate da Giulio II al pittore appena venticinquenne. Fanno parte dei Musei la celebre Galleria degli Arazzi, una eccezionale Pinacoteca e la Cappella Sistina.
Orari di apertura da lunedì a sabato:
Entrata 9:00 - 16:00
Chiusura 18:00 (N.B. uscita dalle sale mezz'ora prima della chiusura)
Giorni di chiusura
Domenica, ad eccezione dell'ultima di ogni mese (con ingresso gratuito 9:00 - 12:30 Chiusura 14:00), purché non coincida con la Santa Pasqua, 29 giugno (SS. Pietro e Paolo), 25 o 26 dicembre (Santo Natale o Santo Stefano)
gennaio 1, 6
febbraio, 11
febbraio, 22
marzo 19, 28
giugno 29 (SS. Pietro e Paolo)
agosto 15
novembre 1
dicembre 8, 26

COLOSSEO
Il Colosseo, originariamente conosciuto come Anfiteatro Flavio o semplicemente come Amphitheatrum, è il più famoso anfiteatro romano, ed è situato nel centro della città di Roma. In grado di contenere fino a 50.000 spettatori, è il più grande e importante anfiteatro romano, nonché il più imponente monumento della Roma antica che sia giunto fino a noi
Orario
08.30 - 16.30 - dal 2 gennaio al 15 febbraio
08.30 - 17.00 - dal 16 febbraio al 15 marzo
08.30 - 17.30 - dal 16 all’ultimo sabato di marzo
08.30 - 19.15 - dall’ultima domenica di marzo al 31 agosto
08.30 - 19.00 - dal 1 settembre al 30 settembre
08.30 - 18.30 - dal 1 ottobre all’ultimo sabato di ottobre
08.30 - 16.30 - dall’ultima domenica di ottobre al 31 dicembre
la biglietteria chiude un'ora prima

Chiuso: 1 gennaio, 1 maggio e 25 dicembre
Prima domenica del mese al Colosseo ingresso gratuito

ATTENZIONE
per motivi di sicurezza
- il Colosseo può ospitare massimo 3.000 persone in contemporanea. Questo potrebbe comportare notevoli rallentamenti nell'accesso al sito, anche per i visitatori prenotati.
- tutti i visitatori, nonché il loro bagaglio, devono essere sottoposti a controlli. Per facilitare lo svolgimento dei controlli di sicurezza si prega di inserire qualsiasi oggetto (inclusi i telefoni cellulari) nella borsa/zaino o nell'apposita vaschetta da inserire nel radiogeno.
- è vietato di introdurre zaini da campeggio, borse ingombranti e valigie/trolley, mentre potranno essere introdotti zaini a spalla di medie e piccole dimensioni, i quali dovranno essere sottoposti, come qualunque altra borsa, al controllo con il metal-detector.
- è vietato accedere al monumento con bottiglie, contenitori in vetro, bevande alcoliche e bombolette spray.

Gli ingressi al monumento, disposti lungo Via dei Fori Imperiali sono dotati di rampe.


FORI IMPERIALI
I Fori Imperiali di Roma sono uno dei parchi archeologici più belli dell'Occidente, situati tra il Colosseo e Piazza Venezia.
Il foro era il centro della vita pubblica di Roma fin dall'epoca repubblicana. A partire da Cesare, però, fu necessario ampliare il Foro Romano, ormai insufficiente rispetto alle nuove dimensioni dell'urbe.
Così diversi imperatori costruirono nuovi edifici pubblici: il Foro di Augusto nacque per sciogliere un voto che Ottaviano aveva fatto alla vigilia della battaglia di Filippi.
Anche Cesare aveva innalzato un tempio come ringraziamento per il felice esito della battaglia: dopo Farsalo, sorse il tempio a Venere Genitrice, la protettrice della Gens Iulia.
Il più imponente dei Fori d'età imperiale è però quello di Traiano, che comprendeva, oltre alla basilica, due biblioteche e i mercati, l'enorme struttura absidata che ospitava scuole, tabernae, negozi.
Nel foro si trova la Colonna Traiana, edificata nel 113 d.C. per celebrare le vittorie dell'imperatore sui Daci.
Fin dal V sec. a.C. nei Fori Imperiali sorgeva anche il tempio di Saturno: oggi ne restano alcune colonne e un'iscrizione che parla dell'ultimo rifacimento, nel 42 d.C.
Isolati spiccano i tre fornici dell'Arco di Settimio Severo, eretto nel 203 d.C. per celebrare i dieci anni del suo impero. Dietro l'arco si intravedono i rostri (le tribune da cui gli oratori tenevano i discorsi al popolo) e la Basilica Giulia, iniziata da Cesare e terminata da Augusto.

Orari
08.30 - 16.30 - dall'ultima domenica di ottobre al 15 febbraio
08.30 - 17.00 - dal 16 febbraio al 15 marzo
08.30 - 17.30 - dal 16 marzo all'ultimo sabato di marzo
08.30 - 19.15 - dall'ultima domenica di marzo al 31 agosto
08.30 - 19.00 - dal 1 settembre al 30 settembre
08.30 - 18.30 - Dal 1 al 29 ottobre
Venerdì Santo 8.30-14, 2 giugno 13.30-19.15
Ultimo ingresso 1 ora prima
Chiuso: 1 gennaio,  1 maggio e 25 dicembre
Casa delle Vestali, Tempio di Venere e Roma e Museo del Palatino chiudono 30 minuti prima dell'area archeologica.

IL VITTORIANO
Conosciuto come “Altare della Patria”, il Complesso Monumentale del Vittoriano - o anche solo “Il Vittoriano” -, voluto per celebrare e ricordare Vittorio Emanuele II di Savoia primo Re d’Italia, è uno dei monumenti-simbolo della Città Eterna e del Paese, luogo iconico e istituzionale di grande centralità, meta di milioni di visitatori ogni anno.
Costruito tra il 1885 e il 1911, rappresenta l’unità del Paese e “l’amor di patria”, da quando nel novembre 1923 venne inumata nel cuore del Vittoriano la salma del milite ignoto.
Nel 1935, a seguito dell’intervento dell’architetto Armando Brasini, venne infine progettata e realizzata l’omonima area dedicata all’Istituto Centrale per il Risorgimento e al suo Museo, inaugurato il 24 maggio dello stesso anno.
Un monumento, altamente simbolico, pensato fin da subito come luogo non solo da guardare ma anche da vivere, con i musei e gli spazi espositivi, dove vengono realizzate grandi mostre d’arte.

CATACOMBE DI SAN CALLISTO
Le catacombe di S. Callisto sono tra le più grandi e importanti di Roma. Sorsero verso la metà del secondo secolo e fanno parte di un complesso cimiteriale che occupa un'area di 15 ettari di terreno, con una rete di gallerie lunghe quasi 20 Km, su diversi piani, e raggiungono una profondità superiore ai 20 metri. In esse trovarono sepoltura decine di martiri, 16 pontefici e moltissimi cristiani.

Orario: 9.00 - 12.00 e 14.00 - 17.00
Chiusura: Mercoledì-  mese Febbraio - Pasqua


FONTANA DI TREVI
La fontana è appoggiata su una facciata di Palazzo Poli e fu realizzata, tra il 1732 e il 1762, su progetto di Nicola Salvi. Secondo una tradizione popolare, chi vi getta una monetina sicuramente tornerà ancora una volta nella città. In una celebre scena del film "La Dolce Vita" di Federico Fellini, Anita Ekberg fa il bagno nella fontana. Al centro vi è l'imponente statua di Oceano.


LA CASA DI GOETHE A ROMA
Nelle stanze dove Johann Wolfgang von Goethe (1749-1832) soggiornò durante il suo viaggio dal 1786 al 1788 insieme a Johann Heinrich Wilhelm Tischbein e altri artisti tedeschi, è stato inaugurato nel 1997 l'unico museo tedesco all'estero, la Casa di Goethe.
Una mostra permanente con testi in tedesco, italiano e inglese racconta il viaggio in Italia del poeta e il suo soggiorno romano.
Le mostre temporanee sono spesso dedicate a temi italo-tedeschi e alla tradizione del viaggio in Italia fino ai nostri giorni.
La Casa dispone di una propria collezione.
Eventi e manifestazioni culturali come conferenze, letture e colloqui fanno sì che si ritorni volentieri nella Casa di Goethe, un luogo quindi di incontro artistico, scientifico e culturale. Potete prendere appuntamento per accedere alla nostra biblioteca specializzata di consultazione con numerose prime edizioni delle opere di Goethe e un ricco fondo di letteratura critica.

Orari: Tutti i giorni 10.00-18.00 - La cassa chiude alle 17.30
Chiuso il lunedì
Visite guidate su appuntamento

Our Brand

web agency